Home Architettura sostenibile Udine: presentata la casa denominata "Sa di legno"
Udine: presentata la casa denominata "Sa di legno"
Mercoledì 05 Maggio 2010 08:00

Sarà presentata oggi, mercoledì 5 maggio alle 11.00 a Sostasio (UD): costruita in base agli standard CasaClima e interamente realizzata con legno del Friuli Venezia Giulia proveniente da foreste certificate Pefc.

Non è solo la tipica casa di montagna che fa sognare tutti i proprietari di un monolocale in una città rumorosa e assediata dallo smog. La casa “Sa di Legno”, che sarà presentata ai giornalisti nel corso di una conferenza a Prato Carnico, rappresenta un valido esempio di architettura ecosostenibile. La sua storia costruttiva la rende unica. Sia per aver centrato il traguardo dell’efficienza energetica (la casa è stata certificata CasaClima B Più, con un fabbisogno di 43 kWh/m2a). Sia perché è stata realizzata con legno certificato Pefc e a “km zero”, scelto tra gli alberi del bosco che circonda la casa e lavorato da imprese locali. Inoltre, il ricorso alle biomasse e all'energia solare per soddisfare il proprio ridotto fabbisogno di energia dimostra come sia possibile ricorrere alle risorse locali e utilizzarle in modo razionale e sostenibile.

Durante la conferenza stampa sarà possibile visitare la costruzione per capire concretamente come un progetto legato alla tradizione possa diventare modello di innovazione ed efficienza energetica. Al termine della visita, l’Assessore all’energia della Provincia di Udine, Stefano Teghil, consegnerà ufficialmente la targa “CasaClima” all’abitazione, sarà tra l’altro la prima del territorio provinciale a ricevere il contributo economico previsto dal Fondo Sperimentale per l’efficienza Energetica in edilizia, approvato dall’Assessorato la scorsa primavera.

Commenta il funzionario del Servizio gestione forestale della Regione e Vice Presidente del PEFC Italia, Maria Cristina D’Orlando: “L’idea della casa in legno effettivamente sostenibile di Samuele Giacometti, progettista e proprietario dell’abitazione, ha saputo valorizzare la risorsa forestale collettiva, patrimonio della Val Pesarina, unendo i saperi della tradizione con i vantaggi assicurati dalle più recenti tecnologie orientate al risparmio energetico. Gli alberi da cui si sono ricavati tutti i componenti legnosi della casa sono stati selezionati nel bosco certificato PEFC per la sua gestione sostenibile. La certificazione PEFC interessa oltre 74.000 ettari di foreste in Regione e per proseguire la valorizzazione delle risorse forestali locali la Regione Friuli Venezia Giulia e il PEFC Italia collaboreranno per verificare l’applicabilità di un progetto pilota chiamato “certificazione di progetto”, il nuovo metodo a disposizione del mercato per garantire la tracciabilità fino al bosco d’origine delle componenti in legno di un edificio”.

Le piante sono state tagliate in fase di luna calante e lasciate nel bosco per un inverno intero prima di tagliare i rami e di procedere alla scortecciatura dei tronchi. In questo modo, hanno perso circa il 50% di acqua. I tronchi sono stati portati a valle, sezionati in travi, montanti, correnti e tavole e lasciati stagionare per quasi un anno, prima di andare ad occupare ognuno la propria determinata funzione e posizione nella casa “Sa di Legno”. Solo manodopera locale è stata coinvolta nella realizzazione, come locali sono i professionisti e consulenti del progetto a dimostrazione che sul territorio esistono realtà che possono essere esempio ripetibile di eccellenza e sostenibilità, tutto seguendo i principi e i valori della certificazione forestale PEFC.
Questo rappresenta un ulteriore successo del PEFC per la promozione della filiera corta e locale.

 

Consigli Energetici